Category Archives: Da rieducare

CLINTON timidello ma gentile

Clinton  è timido, ci accoglie al suo box tenendosi lontano, ci guarda incuriosito ma non osa avvicinarsi molto. Probabilmente è finito in canile fin da cucciolo, ed ha avuto pochi contatti con le persone, non ha mai stabilito un rapporto affettivo e, anche se lo vorrebbe, non riesce, in quei pochi minuti che possiamo dedicargli,  a superare i suoi timori.

Un gran bel cane, che ha bisogno di una adozione paziente in casa con giardino e altro cane ben socializzato che lo aiuti in un percorso di  apprendimento  alla vita di famiglia !

Clinton maschio di taglia cpontenutissima  sui 15 kg è entrato in canile ad ottobre 2012.

ARES una vera meraviglia

Bello come lui ce ne sono pochi. Elegante, aristocratico, perfetto nelle proporzoni, nei movimenti, nella postura. Possiamo dire un incrocio tra un Golden Retriever ed un Setter ?

Una merabiglia di cane. Una pena vederlo chiuso in una gabbia. Non sappiamo molto di lui, sappiamo che è entrato in canile nel 2012, probabilmente molto giovane. Sta sprecando la sua vita li’ dentro, ma questo è un cane formidabile di cui qualunque persona sarebbe orgogliosa ed invidiata..Ares è un maschio di taglia mediogrande, sui 30 kg. almeno, entrato in canile nel 2012. Compatibile con femmina di taglia adeguata, vive in box con Priscilla e Lena senza problemi. Non sappiamo con maschi.

PACHA la fine di una cucciola

Pacha   in canile ci finisce insieme a sua sorella Harlette, quando erano ancora cucciolette piccole piccole, le due superstiti  di una cucciolata indesiderata nate nella casa di chi non ha mai voluto spendere un soldo per il proprio cane, per  farlo sterilizzare ed interrompere la lunghissima sfilza di cuccioli abbandonati nel corso degli anni.   Questo pero’ successe in una zona in cui nessuno va in canile ad adottare un cucciolo, preferendo o acquistarlo di razza o procurandoselo da chi vuole sbarazzarsene, oviamente senza microchipparlo mai, pronto per l’abbandono.

Cosi’ Pacha  e sua sorella sono cresciute in canile, sempre chiuse in un box, con pochissimi contatti umani, diventando prima timidelle, poi diffidenti e sfuggenti.

Ed ora ? Cerchiamo per Pacha una adozione esperta e consapevole  in casa con giardino ed altro cane ben socializzato che la aiuti a recuperare per quanto possibile un comportamento adeguato, persone con poche aspettative immediate e che vogliano regalare a questa piccoletta la speranza di un futuro.

Pacha  femminuccia di taglia media, sui 20 kg. entrata in canile cucciola nel 2009.

COCCOLA tipo Labrador timida

Coccola è una bella cagnolina di taglia mediocontenuta, sui 15 kg e persino un pochetto cicciottella. Entrata in canile forse da cucciola , a settembre del 2012, è cresciuta in canile diventando timidella, e senza avere mai conosciuto altro che il box.

Graziosa, un bel musetto con due occhioni stupefatti, ci fissa incredula, non è abituata a ricevere visite. Incuriosita ma timida, si accontenta di guardarci da lontano.

Per lei adozione con persone gia’ esperte di cani un po’ da recuperare, possibilmente in casa con giardino ed altro cane che le dia aiuto e supporto nel conoscere il mondo.

BOLDO nessuna speranza di uscire da li’

Cosa ci aspettiamo da questo appello ? Nulla. Lo sappiamo gia’. Ma chi volete che se lo prenda, questo cane ? Bruttarello, vecchio, diffidente, malconcio dopo tanti anni passati in canile, poco gestibile, poco socievole, poco tutto.

E allora, perchè lo facciamo, questo appello ? Perchè Boldo ha diritto ad averlo, lui come tutte le centinaia di cani brutti, sporchi e cattivi rinchiusi in tutti i canili , quelli che non li vuole nessuno, quelli che moriranno sicuramente li’ dentro. E finalmente saranno poi liberi nel vento.

Ecco, ve lo volevamo solo dire, che lui esiste, sta li’ forse da sempre, e mentre voi avete vissuto i vostri anni, la vostra vita, lui è rimasto sempre li’, chiuso in un box. Ad aspettare che qualcuno, nel mondo, almeno lo vedesse e sapesse che è esistito, c’era anche Boldo in questo nostro mondo.

POLDO American Staffordshire tutto da rifare

Poldo, che dir e di lui ? Quando arriviamo al suo bo9x, si allontana, ci guarda abbaia un po’. Non si avvicina, si accontenta di guardari da lontano con una espressione mpenetrabile.  Quello che cio sem,bra di capire della sua storia,  naturalmente salvo ulteriore verifica, è che si tratta di un cane che un proprietario lo aveva, qualcuno che lo ha tenuto per tre anni , molto probabilmente senza avere la minima idea  di cosa sia questa razza e di come vada educato un cane di questo tipo.  Generalmente, il risultato è che dopo pochissimi anni, due tre al massimo, il cane finisce in canile perchè, per mancanza di una deguata eucazione  e gestione, ha combinato qualcosa. E ovviamente la colpa è del cane, mai di chi non l0 ha saputo ne’ educare ne’ gestire.

Insomma Poldo potrebbe sere un tipaccio, un cane da rieducare e ricondizionare per farlo tornare ad avere normali apporti con gli umani.  Per questo tipo di cani cerchiamo una adozione con pesone  assolutamente  esperte e competenti, che vogliano anche affrontare un percorso di rieducazione con una figura professionale adeguata.

Poldo + un American Stafforshire Terrier  di taglia mediogrande, diciamo sui 28 kg.  Nato nel 2012, probabilmente a  causa di una cattiva gstione è  finito in canile nel 2015. E, s non arriva un miracolo, dentro quel box ci passa il resto della  suya vita.

APOLLO Rottweiler anziano deluso dal mondo

Apollo  per ben sei anni ha svolto il suo lavoro, quello per cui lo avevano preso  e forse comprato  fin da cucciolo, in una maniera impeccabile. Gli hanno detto che lui era un cane da guardia, e quello ha fatto. Ha difeso la sua famiglia contro i malintenzionati, senza stare tanto a distinguere, certo.

Poi pero’ì hanno deciso che di lui non c’era piu’ bisogno, fose si sono fatti l’antifurto, e cosi’ pollo un brutto gorno si è ritrovato per la strada, abbandonato a se’ stesso e poco incline a socializzare col mondo.

Recuperato e portato in canile, il suo carattere difficile ha fatto si’ che n quel box ci rimanesse per anni. Ora  Apollo è diventato anziano, ma il suo caratteraccio non mgliora, è sempre  un cane difficile e poco socievole.

Cerchiamo per Apollo una adozione del grande cuore, con persone esperte nella gestione di questa razza e taglia di cane, che abbiano la possbilita’ di tenerlo in un giardino ben recintato, dove Apollo possa ritrovare il contatto con la natura e vivere i suoi ultimi anni in modo piu’ sereno e piu’ adeguato alle sue esigenze.

Apollo è un Rottweiler di taglia grande, sui 50 kg. Nato nel 2004, è stato sostituito dall’antifurto ed abbandonato  in strada finendo in canile a sei anni nel 2010

DANDY Bulldog Americano maleducato !

Dandy è un maleducato. Cioè, è stato educato male, anzi per niente.  Quando ha raggiunto la maggioree eta’, che per i cani arriva verso i due anni, Dandy ha tirato fuori il suo carattere. Il carattere di un cane trattato come fosse un barboncino e che invece appartiene ad una razza che va gestita con esperienza ed autorevolezza. Cosi’ Dandy ha cominciato ad usare cio’ che ha a disposizione per imporsi,  ossia i suoi denti.  Naturalmente in questi casi la colpa è sempre del cane, mai di chi non lo ha saputo ne’ educare ne’ gestire, cosi’ Dandy è finito in canile. Per diverso tempo è stato intrattabile, da una casa al box è un brutto colpo per tutti i cani,. Poi è stato male  ed ha iniziato ad ammorbidirsi un po’, ma è soggetto a ricadute  nel suo vizietto, complice anche lo stress della vita nel box.

Cerchiamo per Dandy una buona adozione con persone estremamente competenti ed esperte della razza e della gestione di cani problematici, che sappiano gestirlo al meglio  valendosi anche di un percorso rieducativo  per destrutturare questo comportamento instabile.  Solo persone adulte, no altri cani, no bambini.

Dandy è un Bulldog Americano di taglia media sui 22 kg. nato a luglio 2013 e finito in canile a luglio 2015 quando aveva due anni.

OBIWAN un po’ Pitbull e un po’ complicato

Obiwan   deve essere stato preso da cucciolo, da qualche cucciolata  nata in allevamenti abusivi casalinghi, di quelli che mettono annunci sui giornali per vendere cuccioli  al primo che capita, tutti senza microchip naturalmente, e senza neppure chiedersi in che mani finiscono questi cuccioli, basta pagare il prezzo richiesto.

Obiwan lo vediamo gia’, a guinzaglio ancora cucciolotto portato al bar dagli amici per fare sfoggio di un cane  appartenente piu’ o meno ad una razza ritenuta tosta,  in grado di aumentare il prestigio di un proprietario che altrimenti  sarebbe solo un normale ragazzotto di periferia.

Obiwan lo vediamo mentre il suo proprietario lo aizza  contro i cani che passano tranquillamente per la strada  o al parco, ridendo poi quando il piccoletto abbaia e si slancia digrignando i dentini  ancora da latte. Lo vediamo crescere nelle mani di una persona che lo tiene e lo usa come surrogato della propria debole personalita’,. Lo vediamo che infine, quando Obiwan aveva poco piu’ di un anno, si è stancato di questo giocattolo per adulti  e, senza pensarci su due volte ( forse anche perchè gli sarebbe risultato troppo complicato)  ha abbandonato Obiwan per la strada, un strada ad alto traffico e scorrimento velocissimo, dove Obiwan avrebbe fatto una gran brutta fine.

Recuperato e portato in canile, Obiwan  cerca una adozione mirata e consapevole, è un cane che ha bisogno di un contesto tranquillo, assolutamente senza altri animali o bambini, con persone esperte nella gestione di cani di questa razza e che ntendano intraprendere con Obiwan un percorso di socializzazione che lo integri  per quanto possibile con gli altri cani.

Obiwan è un molto Pitbull di taglia media, sui 20-22 kg nato  ad aprile 2016 ed abbandonato a poco piu’ di un anno a giugno 2017

MAD Rottweiler che non vuole piu’ vivere

Mad  non se lo aspettava proprio di finire cosi’. Quando è stato preso, da cucciolo, probabilmente acquistato in qualche allevamento abusivo, dove i cuccioli vengono venduti senza alcun microchip e al primo che offre il denaro  richiesto, lui pensava di entrare in una famiglia, di diventarne un vero membro, di condividere  la vita con chi doveva amarlo ed accudirlo.  Niente di piu’ sbagliato, caro Mad !  Serviva solo un cane di taglia grande, da sbattere in giardino fin da cucciolo, da far diventare  un grosso e cattivo cane da guardia.  E tu, cucciolo inesperto, hai obbedito a quello che ti veniva insegnato. Sei cresciuto e sei diventato grande e grosso. Hai imparato a fare il cane da guardia, quello che si vede dietro i cancelli  di grosse ville e che intimorisce i malintenzionati. Lui, quello che gli era stato richiesto lo ha fatto. Ma dopo cinque anni, sembra che il suo lavoro  non fosse piu’ necessario oppure ha un po’ ecceduto nel salvaguardare la sua famiglia.  Cosi’ è stato utilizzato il sistema piu’ semplice per eliminare il problema:  buttarlo fuori di casa  e che si arrangi, adesso.

Mad finisce per la strada e dopo poco tempo viene portato in canile.  La detenzione in una cella di canile è una grande sofferenza per ogni cane, ed ancora di piu’ per cani di grossa taglia, cani abituati a vivere in ampi spazi  e che si ritrovano in pochi metri quadrati.   Questo non ha certo migliorato il suo carattere, ma non solo : Mad adesso ci sembra come se soffrisse pure di depressione, quando arriviamo al suo box dopo una rapida occhiata e un paio di ringhiate, si è andato a buttare a terra senza piu’ degnarci di uno sguardo, con gli occhi persi nel vuoto, forse ancora ricordando la sua famiglia traditrice.

Mad è un cane difficle, cerchiamo per lui una adozione molto consapevole e responsabile, in casa con giardino ben recintato e senza altri animali o bambini, con persone esperte  nella gestione di cani di grossa taglia e che vogliano intraprendere con Mad un percorso di recupero comportamentale per destrutturare gli stereotipi che gli sono stati inculcati . Insomma, per fargli capire che non deve essere un cane da guardia e puo’ finalmente rilassarsi.

Mad  bellissimo Rottweiler di taglia grande, almeno 50 kg.  è nato nel 2011 ed è stato abbandonato dai suoi proprietari traditori a febbraio 2016 quando aveva cinque anni.