I REDUCI : GISO il reduce, in canile dal 2005

Quando una foto ti salva la vita. E’ successo proprio così a Giso che è stato detenuto per anni in un canile senza visibilità per poi essere trasferito in altro canile. Avveniva nel 2018 quando ha avuto le sue prime foto. Foto di un cane deprivato, spaventato, in allerta, in penombra della zona notte del suo nuovo box. Non verrà mai visto ed adottato, pensavamo, ma ognuno di loro ha diritto ad essere fotografato e ad un appello che nella maggior parte dei casi cadrà nel nulla. Invece un giorno arriva una telefonata. Una persona speciale che voleva regalare gli ultimi anni ad un cane a fine corsa, il più impossibile e sfortunato e invisibile. Questa persona meravigliosa aveva chiesto di Christian (Nerone), un cane ancora più anziano di Giso, che era deceduto in canile pochissimo tempo prima. Ma lei aveva guardato tutti gli invisibili come Christian ed il secondo dopo di lui era nientemeno che Giso. Avviamo la procedura dell’adozione, tutto fila liscio come l’olio, preoccupate per il trasporto di una creatura così delicata, ma anche quello, con macchina privata ed aria condizionata, va una meraviglia. Per la prima volta nella sua vita a Giso va bene qualcosa, mai gli è stata riconosciuta questa dignità, mai ha avuto una piccola fortuna. Adesso Giso alla sua veneranda età, dopo due mesi dall’arrivo a casa con giardino, sta lavorando con l’educatrice per far sì che entri in casa e lo aiuti a desensibilizzarlo dalle sue paure determinate dalla sua scarsa esperienza sociale ed affettiva. Siamo felici, Giso sta riconquistando il terreno della vita e noi ringraziamo mamma Laura che lo ha adottato e zia Silvana educatrice che ci sta lavorando con amore e competenza. Quest’altra bellissima storia a lieto fine ci ricorda che non è mai tardi per ricominciare.

In tutti i canili in cui entriamo, non esiste altro cane che abbia fatto tanta prigione.

Lo vediamo noi, e lo vedete voi, il resto del mondo, per la prima volta oggi, a febbraio del 2018. Quando lui ha non 1 ma 13 anni. Lo vediamo, e lo vedete,  solo oggi e questo  perchè lui, Giso, la sua vita intera l’ha vissuta in un canile con la porta chiusa, un canile dove nessuno poteva,ma neppure voleva, entrare.  Ora Giso ha avuto la sua prima fortuna : è stato trasferito, e  ce lo ritroviamo in un box durante il nostro solito giro di canile.

Un vero reduce, un sopravvissuto che ci guarda con indifferenza, ormai disabituato completamente ad interagire con le persone. Una adozione davvero difficile, ma come si fa a non provarci ?

Cerchiamo per Giso una adozione  con persone molto esperte e senza aspettative, a Giso basterebbe una vita in un giardino,  un po’ di erba, quella che non ha mai visto in  vita sua, basterebbe una cuccia calda, quella che non ha mai avuto, ed un po’ di pappa buona, quella che non ha mai conosciuto.

Giso è un maschio di taglia mediogrande  nato probabilmente nel 2005 se non anche prima, e dal 2005 ha sempre e solo vissuto in un box di canile.  Il responsabile di questa infamia è la persona che non ha voluto sterilizzare la mamma di Giso, che ha permesso la sua nascita, che lo ha abbandonato facendolo finire in canile.

Vaccinato e microchippato, non sappiamo se sia sterilizzato, di certo non è sterilizzabile ora che è cosi’ anziano

Si trova in un canile privato convenzionato in provincia di Latina adottabile al Centro e Nord con visita di preaffido, moduli adozione, disponibilita’ a mantenere i contatti ed al postaffido.
Per info ed adozione contattare :

Cristiana 3396094625 se non rispondo mandare sms   adozioni.animalinsieme@gmail.com
Anna Bianca 3343655706  – 3475143882   annabianca50@gmail.com
Francesca 3498477987

 

febbraio 2018

aprile 2018

agosto 2018

Giso non si riesce ancora a rendere conto che  aadesso arrivano persone, volontari, al suo box…ani che entriamo pure …la sua compagna di box Sophia  è molto socievole, lui è incuriosito ma ancora non osa.,..