LEA la solita storia degli eredi – ADOTTATA !

Quando una persona se ne va, improvvisamene o dopo malattia, ci sono semre degli eredi, dei parenti vicini o lontani  nell’asse ereditario, che si aggiudicano l’eredita’, a volte cospiqua, a volte modesta. Quello che pero’ non si aggiudicano mai , ma proprio mai, sono i cani della persona deceduta.  Eh no, quelli  non possono proprio prenderli, eh…si si la casa si, il conto inbanca pure, ma i cani  no, quelli nenche per onore e per rispetto di chi nonc’è piu’.

Cosi’ Le  e sua sorella Kira  sono state scaricate in canile,  che importa se la sua proprietaria le amava, sono solo cani, no ?

Leaadesso, grazie ai parenti. serpenti, ha la bella prospettiva di passare la sua itera vita in un box.

Cerchiamo per lei una bella adozione, che le faccia dimeticare il passato, chi l’ha amata e non c’è piu, e le faccia anche dimenticare quanto puo’ essere basso e vlle l’0essere umano.

Lea  è una splendida derivato  Pastore Tedesco ma  di taglia contenuta, nata a d inizio 2016 . Finita in canile a luglio 2018. Affettuosa, socializzata, carina e dolcissima., Protettiva e rassicurante nei confonti della sorella, è lei ad indicarle di chi puo’ fidrsi…

Ci piacerebbe una adozione di coppia, ma sappiamo che è difficile….comunque ve la facciamo vedere loo stesso, qui trovate Kira  http://www.animalinsieme.it/kira-la-solita-storia-degli-eredi/

Vaccinata, microchippata, sterilizzata

Si trova  in un canile a Roma. Adottabile al Centro e Nord con visita preaffido, moduli adozione, disponbilita’ a mantenere i contatti ed al postaffido.

Per informazioni ed adozione rivolgersi alla volontaria:
Eleonora 3471911259
eleonora.palazzetti@gmail.com

 

AGGIORNAMENTO 21 AGOSTO 2018:
ADOTTATA!
Oggi la Signora Laura, dopo aver compreso i traumi che Lea aveva vissuto e viveva, ha deciso di adottarla. La figlia adulta, che insieme a lei segue/seguirà Lea, mi ha comunicato che in macchina la “nostra” lupetta è stata tutto il tempo a guardare fuori dal finestrino. Arrivata a casa, inizialmente era impaurita dall’ascensore ma dopo la prima passeggiata in cui ha mostrato di non avere alcuna paura dei rumori esterni (macchine, autobus, eccetera), non solo è  entrata senza problemi in ascensore ma le piace mettersi su due zampe per guardarsi allo specchio che c’è all’interno dello stesso. Non è interessata al cuscinone come se non avesse idea di cosa si tratti (credo impare presto!). Ora riposa dopo una giornata piena di emozioni per lei e per tutti noi che eravamo preoccupati per il suo stato d’animo dopo l’ennesimo trauma di essere separata dalla sorella che per fortuna era stata adottata il 7 agosto. GRAZIE DI CUORE LAURA E CHIARA, DOLCISSIMA LEA IL DOLORE NELLA TUA GIOVANE VITA E’ FINITO PER SEMPRE.

 

Anche loro cercano casa ;